Vendola: “Per il matrimonio gay il Pd non è maturo”

12 feb. – Giornata bolognese per Nichi Vendola che ha visitato il museo di Ustica, incontrato i lavoratori della BredaMenarinibus, per finire poi all’Arena del Sole con il comizio per i suoi sostenitori. Vendola ha scaldato i 900 sostenitori parlando di ”una nuova narrazione che metta al centro il lavoro, che assuma il punto di vista delle donne e che argini con la speranza nel futuro l’onda melmosa e xenofoba dell’estrema destra che sta montando nell’Europa della crisi”.

Non potevano mancare le domande sui diritti delle coppie gay, su cui Vendola sottolinea di essere avanti rispetto agli alleati democratici e, di fronte all’impegno di Sergio Lo Giudice per una legge sulle unioni gay, dice: “E’ arrivato secondo. Se nel programma non c’è il matrimonio gay è perché il partito di Lo Giudice non è pronto”.

vendola-post

Al museo di Ustica Vendola ha sottolineato l’importanza della memoria: “Credo che finché noi non riusciremo ad esorcizzare le ombre del passato, ad acchiappare il filo rosso delle verità che mancano non riusciremo ad essere una democrazia compiuta”.

Vendola_ustica

Prima di entrare all’Arena del Sole, per il comizio, il presidente della Puglia ha incontrato alcuni rappresentanti dei lavoratori della Bredamenarini. “Se Finmeccanica ha potuto specializzarsi in armamenti dismettendo energia e trasporti è perché la politica non ha vigilato” ha detto Vendola. Sulle ipotesi di alleanza con Mario Monti e i centristi Nichi Vendola pare non chiudere del tutto la porta: “Parliamo di cosa vuol dire essere riformisti” ha detto.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.